Come spiare i contatti su WhatsApp

Ok, sei un fidanzato geloso, un genitore troppo apprensivo o più semplicemente un impiccione che sarebbe disposto a far carte false pur di sapere cosa fanno i tuoi cari e con chi passano il tempo su WhatsApp, ma non sai assolutamente cosa potresti fare per riuscire in questo tuo intento. Benissimo, non potevi capitare in posto migliore per sentirti dire che una cosa come questa è simile ad un vero e proprio crimine e che chi ricorre a questi stratagemmi rischia di incorrere in pene davvero severe.

Come dici? Esistono tante applicazioni che ti permettono di spiare conversazioni su WhatsApp? Sì, è vero ne esistono davvero tante di applicazioni che ti permettono di fare lo “spione” su WhatsApp, però usarle non è proprio legale.  Quindi, se vuoi sapere come spiare i contatti su WhatsApp, spiacenti ma non possiamo proprio aiutarti. Tuttavia, e credici è un consiglio d’oro, possiamo insegnarti come difenderti dalle persone che tentato o hanno tentato di spiare le tue di conversazioni.

Certo, per fortuna questo sistema di messaggistica, creato da Jan Koum e Brian Acton, e recentemente passato tra le mani di Mark Zuckerberg, ha per fortuna rafforzato i suoi sistemi di protezione e non è più vulnerabile come all’inizio. Ma non per questo bisogna stare tranquilli: qualcuno che intende spiarti è sempre in agguato. Quindi, se è tua intenzione sapere come difenderti dai controlli di eventuali spioni che intendono controllare tutto ciò che fai su WhatsApp, non ti rimane che metterti comodamente seduto davanti al tuo computer e leggere fino in fondo questa guida.

Come spiare i contatti su WhatsApp: i possibili rischi

Chi intende sapere come spiare i contatti su WhatsApp deve necessariamente sapere che uno dei rischi maggiori in cui incorre è quello di una condanna per furto di identità. Sì, perché qualunque malintenzionato può ingannare l’applicazione di messaggistica semplicemente fingendosi un’altra persona e visualizzare, senza alcun permesso, le conversazioni di quest’ultima.

Anche WhatsApp Web, il servizio per accedere all’applicazione direttamente da computer, può essere utilizzato per mettere a segno questo colpo. Perché? Beh, per via della funzione “Resta connesso” che permette al browser utilizzato di memorizzare l’identità dell’utente che solitamente usa l’applicazione e accedere così a tutte le conversazioni che ha intrattenuto senza dover nuovamente scansionare il QR code.

Per riuscire nel suo intento, ad un malintenzionato basta davvero pochissimo. In poche parole per riuscirci, alla persona che intende spiare le tue conversazioni basta semplicemente entrare in possesso del tuo smartphone (potrebbe chiedertelo in prestito per una chiamata urgente) e attivare la versione web di WhatsApp riuscendo così ad ottenere l’accesso a tutte le tue conversazioni in men che non si dica e senza che tu te ne accorga. Tutto ciò è possibile perché WhatsApp Web funziona anche quando il cellulare non è connesso alla stessa rete wireless a cui è connesso il computer.

Come spiare i contatti su WhatsApp: le tecniche da cui difendersi

Se vuoi sapere come spiare i contatti su WhatsApp in modo tale da poterti difendere da chi intende spiare le tue conversazioni, devi conoscere benissimo tutte le tecniche utilizzate per riuscire in questo intento. Una di queste, per esempio, è la clonazione del MAC address, ovvero di un codice a 12 cifre in grado di identificare tutti i dispositivi in grado di connettersi a Internet. Questo viene utilizzato anche da WhatsApp per verificare l’identità dei suoi utenti (oltre al numero di telefono) e con delle applicazioni pensate ad hoc può essere raggirato e ingannare WhatsApp.

Se un malintenzionato, per esempio, riesce ad installare qualcuna di questa applicazioni sul proprio cellulare (come per esempio Busy Box o Mac Address Ghost) e allo stesso tempo, tramite queste, a scoprire il MAC address del tuo smartphone, può addirittura installare sul proprio cellulare una versione clonata di WhatsApp che gli permetterà di accedere alle tue conversazioni.

Per fortuna quest’ultima non è una tecnica molto comune e saperla mettere in atto richiede una preparazione tecnica non proprio basilare oltre che poter passare molto tempo in compagnia del telefono della persona di cui si intende spiare le conversazioni (il tuo in questo caso). Però sempre meglio essere a conoscenza di eventuali rischi, in modo da potersi difendere in qualche modo, per esempio non prestando il cellulare a persone che sospetti poter essere male intenzionate.

In ogni caso, per sapere come spiare i contatti su WhatsApp in modo tale da saperti difendere da eventuali malintenzionati, puoi sempre ricorrere ad alcune prassi che ti permetteranno in tutta tranquillità di difenderti preventivamente. Per esempio puoi:

  • Utilizzare un PIN sicuro: è in assoluto la prima cosa da fare, quando stabilisci il codice per sbloccare il tuo telefono, pensa ad un codice veramente “inarrivabile”
  • Disattivare la visualizzazione degli SMS nella lock-screen: un altro metodo efficace per difenderti dai possibili attacchi di spioni è quello di disattivare, dalle opzioni del tuo telefono, la visualizzazione dei messaggi nella lock screen del tuo smartphone. In questo modo il malintenzionato non potrà accedervi senza conoscere il PIN del tuo telefono.
  • Controllare le sessioni di WhatsApp Web: controlla sempre le tue sessioni su WhatsApp, se ne noti qualcuna sospetta forse qualcuno ha realmente cominciato a spiarti.
  • Fare attenzione a chi utilizza il tuo smartphone: sai benissimo chi spierebbe e chi no il tuo cellulare. Quindi fai sempre attenzione a chi lo presti.

 

 

 

 

 

Leave a Reply