Il Bitcoin in rialzo causerà una scissione dello stesso

Il Bitcoin nasce come forma di valuta sul web libera e indipendente da sistemi bancari e finanziari. Circa 10 anni fa la sua quotazione era pari a 900 dollari e la sua crescita non era una delle più promettenti. Ad oggi il Bitcoin ha raggiunto una valutazione che ha superato le stime fatte finora e che potrebbero influenzare il suo utilizzo futuro e la sua stessa natura.

La forma di cryptovaluta più conosciuta e più utilizzata al mondo si aggira attualemente attorno al valore di 5000 dollari, cifra che ha superato di gran lunga le previsioni pessimistiche. Già in passato questo tipo di valuta aveva subito perdite di crediti per via di eventi esterni ma si è sempre dimostrata solida ed inaffondabile tornado alla ribalta più forte di prima.

Una delle cryptovalute presenti sul web: il bitcoin.

Bitcoin: nuova scissione in arrivo

Il conio virtuale sta anche cambiando il mondo reale visti i sempre più numerosi negozi (online e offline) che iniziano ad accettare questa moneta come forma di pagamento ufficiale, per non dimenticare che il Bitcoin è anche la forma di valuta prediletta dagli startupper. Il suo interesse in continuo aumento è dato anche dai traders che attirati dai facili guadagni speculano in borsa sulle quotazioni di questa moneta attirando l’attenzione di più persone e aumentandone quindi il valore di mercato.

Questa repentina crescita ha inevitabilmente portato ad una scissione che avverrà già dalla fine di ottobre e che porterà alla creazione di una nuova cryptovaluta: il Bitcoin Gold. Come giù successo ad agosto con “Cash” anche questa moneta virtuale avrà una capitalizzazione tutta sua ma potrebbe rischiare di infliggere un duro colpo alle quotazioni del Bitcoin “Madre”.

Certo il futuro di questa moneta rimane incerta vista la sua natura volatile e non tangibile ma potrebbe essere il mezzo con ui generare altri servizi finanziari.