Microsoft chiude i battenti con Windows Mobile

Si conclude un capitolo già destinato a finire da tempo e che sorprendentemente ha resistito più di quanto stimato: Microsoft ha deciso di abbandonare Windows sentenziando la fine del sistema operativo per Mobile.

L’abbandono di Windows

Joe Belfiore, capo della sezione Mobile di Microsoft, lo ha comunicato attraverso un tweet: Windows 10 Mobile non avrà versioni successive d’ora in poi e saranno sviluppate soltanto aggiornamenti per quanto riguarda la sicurezza, i virus e i bug.

Lo stesso Bill Gates qualche tempo fa aveva comunicato di essere passato ad Android, inoltre la notizia era già nell’aria da un po’. L’impossibilità di crescere a fronte dei continui investimenti effettuati da Windows a favore della sezione Mobile non hanno procurato i risultati necessari.

Un fallimento annunciato

La notizia è tanto triste quanto prevedibile, i Windows Phone non sono mai riusciti a decollare e a ritagliarsi uno spazio degno di nota nell’ambito degli smartphone già fortemente combattuto dai i soliti Android e Apple. Neanche l’acquisizione di Nokia Mobile costata circa 7 miliardi di dollari è servita a dare un contributo a questa marca a lungo rimasta in penombra.

Ovviamente la spietata concorrenza ha tagliato la strada a questa marca svantaggiata anche dagli sviluppatori di app che hanno sempre preferito lavorare per azienda di più ampio spessore…e come non biasimarli! Questo ha reso l’ecosistema limitato e ristretto a poche applicazioni di terze parti che hanno sfavorito l’utenza.

Queste situazioni si sono tradotte in un inevitabile bacino di utenti molto ristretto che non consentiva all’azienda di mantenersi. Microsoft ha dichiaro di volersi impegnare d’ora in poi a sviluppare al meglio le applicazioni e i sistemi Windows sulle piattaforme più usate come i PC. Purtroppo questo è stato un progetto in cui nemmeno i produttori stessi hanno avuto molta fiducia. Sicuramente i lavori futuri saranno più fortunati per Microsoft.