Tinder: cos’è e come funziona

Tinder è l’app d’incontri più famosa al mondo. Diamo un po’ di cifre: 50 milioni di utenti, 140 paesi in cui è attiva, più di 24 lingue parlate. Secondo alcune voci, anche gli attori di Hollywood, ovviamente in incognito, sembra che si aggirino su Tinder alla ricerca dell’anima gemella (interessante,no?).

L’app è disponibile in due versioni: gratis e a pagamento. La versione a pagamento è quella che mostra più funzionalità ed ha un costo diverso a secondo degli anni dell’utente.
Il funzionamento è semplice, si basa sul segnale di localizzazione, per proporti potenziali utenti vicini a te.

Utilizziamo Tinder

Prima di parlare di Tinder, devi scaricare l’app per il tuo smartphone. Se non lo hai ancora fatto puoi trovare i link qua sotto.

Una volta installata sullo smartphone, accedi utilizzando il tuo profilo Facebook. Non temere per la tua privacy, l’app non pubblicherà informazioni sul tuo account senza il tuo consenso.
Adesso imposta un po’ di dati come: età, nome, istruzione avuta e scegli le foto più belle da caricare direttamente da Facebook o Instagram.

Ovviamente imposta il sesso delle persone chi vuoi incontrare, il range di età e la massima distanza espressa in chilometri entro quale effettuare la ricerca.
Questa funzione è alla base della peculiarità di Tinder. Così facendo si creano legami con persone fisicamente vicine, aumentando in modo esponenziale la possibilità d’incontrare realmente qualcuno e non lasciare la relazione alla sola sfera virtuale.

Espresse le tue preferenze l’app comincerà a mostrarti fotografie di utenti in linea con le tue richieste. Scorrendo la lista, se c’è qualcuno d’interessante faglielo notare cliccando sul cuoricino, oppure se vuoi andare avanti pigia sulla X.

Se dall’altra parte dello smartphone anche la persona a cui hai inviato il cuoricino è interessata a te, comparirà una casella di messaggistica in cui potrai chiacchierare. Quindi solo se entrambi gli utenti sono interessati c’è possibilità di conoscersi. È un ottimo metodo questo, che permette di risparmiare tempo ed evitare persone non interessate o poco interessanti.

Facebook e Tinder

Tinder mostra tra le sue peculiarità la possibilità d’iscriversi all’app di dating solo utilizzando il famoso social network. Ovviamente vengono estrapolati soltanto dati basilari come il nome (non il cognome) e gli interessi in comune. Se preferisci che Tinder non acceda alle informazioni dal profilo social, basta semplicemente cambiare le impostazioni dell’app.

Tinder e i cuoricini

I cuoricini che ogni utente mette alle foto che gli vengono proposte sono il “cuore” dell’applicazione. Tinder infatti per “accoppiare” gli utenti utilizza un algoritmo chiamato Elo. Questo mette insieme le persone basandosi su:

  • Distanza
  • Interessi in comune
  • Voti ricevuti dagli altri utenti

Le prime due caratteristiche sono le più logiche, ma la terza è diversa dal solito. Infatti, Tinder mostra agli utenti sono le persone che hanno un numero di cuoricini simili ai tuoi, così da restare in un range di persone della tua stessa “fascia”.

Visto l’elevato numero di utenti iscritti, non è difficile trovare l’anima gemella, specialmente quando dopo un po’ di tempo il numero di voti sale e si ha accesso a più profili.