APP per spese condivise

Non sempre la matematica è la propria materia preferita e, quando si organizza qualcosa con gli amici, puntualmente ci si ritrova a dover fare i conti per la spesa affrontata da ognuno. A volte, invece, si è semplicemente troppo pigri per eseguire anche il più semplice calcolo e, di conseguenza, si va alla ricerca di qualcosa che possa essere d’aiuto; le app per spese condivise possono essere un’ottima soluzione per entrambi i casi.

Le app per dividere le spese aiutano, infatti, a eseguire i conti per le spese di gruppo e facilitano di tantissimo la vita, in quanto fanno tutto loro, dopo aver inserito tutti i dati necessari. Anche tu vuoi sapere quali app possono esserti d’aiuto nel difficilissimo problema della divisione delle spese tra amici? Ecco 5 app realizzate proprio per ovviare al tuo problema.

Settle Up

Settle Up, l'app per spese condivise

Questa applicazione è considerata tra le migliori per quanto riguarda la condivisione di spese con gli amici o con un gruppo di persone. Infatti, è molto semplice da utilizzare; per prima cosa devi creare un gruppo in cui inserire le persone coinvolte e i vari pagamenti effettuati, specificando chi ha eseguito la spesa corrente.
Una volta inseriti tutti i pagamenti, concludi l’operazione e l’applicazione ti comunicherà in automatico la spesa singola di tutti i componenti del gruppo.

Settle Up è disponibile gratuitamente per tutti i dispositivi mobili.

Splitwise

Splitwise, l'app per spese condivise

Splitwise è molto simile alla precedente app di cui ti ho parlato. Inserisci le persone del gruppo e i pagamenti che ognuno ha eseguito e, alla fine, l’applicazione eseguirà magicamente la divisione corretta.
C’è però una funzionalità in più rispetto a Settle Up; una volta terminati i conti e scoperto quanto ognuno deve tirare fuori dal portafogli, può utilizzare un indirizzo e-mail per inviare il denaro direttamente dall’applicazione. Dunque, l’applicazione disponibile per iOS e Android impedisce anche la difficile questione della mancanza di spiccioli per poter consegnare a ognuno il rispettivo resto.

Billr

Billr, l'app per spese condivise

Questa è l’applicazione perfetta per te, se vai spesso a cena fuori.
L’applicazione ti permette infatti di creare un tavolo inserendo tutti i partecipanti e, per ogni persona, potrai inserire il relativo ordine con prezzo, in modo che ognuno paghi la sua quota. Dimentica delle liti a fine cena perché non ti ricordi quanto hai pagato qualcosa o cosa hai preso, perché Billr ricorderà tutto per te.

Purtroppo, però, l’applicazione è disponibile solo per utenti iOS.

Splid

Splid, l'app per spese condivise

Splid è una delle applicazioni adatte a chiunque e a qualunque circostanza: devi dividere le spese della vacanza? Devi dividere le bollette con i tuoi coinquilini o con il tuo partner? Niente di più semplice con questa applicazione, con cui ti basterà semplicemente inserire le spese che ciascun componente ha sostenuto. Al resto ci penserà proprio Splid, in modo che chiunque sappia quanto ha speso.
Anche questa applicazione è disponibile solo per iOS, ma per utenti Android che vorrebbero provare Splid hanno due opzioni: attendere che l’applicazione approdi sul Play Store o provare un’applicazione molto simile a questa, ovvero Splitwise.

 

Dividi Spese

Dividi Spesa, l'app per spese condivise

Disponibile solamente per Android, Dividi Spese rispetta quelle che sono le classiche caratteristiche di un’app per spese condivise: crei un gruppo in cui inserire le persone coinvolte, scrivi tutte le spese sostenute aggiungendo chi ha eseguito ogni spesa e, infine, l’applicazione dividerà per te il conto, facendo sapere a tutti quanto è stato speso.
Purtroppo, la versione attuale prevede che il gruppo di persone sia formato da un numero minimo di 2 a un massimo di 4 persone, per cui si tratta di gruppi molto piccoli, ma si sta già provvedendo a realizzare un nuovo aggiornamento che, oltre all’aumento delle persone che possono far parte di un gruppo – da un massimo di 4 a un massimo di 8/10 – apporterà delle novità, tra cui la condivisione delle spese sui social network o sulle applicazioni di messaggistica come WhatsApp.

 

 

Se ciò che stai cercando è, invece, un’applicazione che tenga sotto controllo i tuoi bilanci personali, puoi dare un’occhiata a questo articolo.