Cancro-Cellulari: Mistero Sugli Studi Interphone

nokia-5800-xpressmusic-copia

Dovevano uscire il mese prossimo i risultati compiuti da oltre quaranta studiosi su 13 stati, circa il fondamento di un nesso tra tumore al cervello ed uso del telefonino.

Invece questo attesissimo studio, il più completo mai realizzato, che avrebbe dovuto diventare un autentico punto di svolta sulle tanti voci che circolano sul problema delle onde elettromagnetiche, non uscirà prima del prossimo anno.

Questo perchè?

Per via dei commenti degli scienziati, che non riescono a trovare un punto d’incontro sui propri pareri, ora più che mai discordanti. C’è,infatti chi ipotizza rischi, anche se non gravissimi, alla salute, previo un utilizzo smodato, e chi,invece, ritiene non diano alcun problema.

Insomma, l’unica conclusione che possiamo dare noi è che, in fondo, il cellulare non sia causa di tumori.

E questa è già una bella certezza…


  • giorgio

    Miei commenti:

    – opportunità mancata per dare trasparente evidenzia della relazione tra utilizzo del telefono cellulare ed alcuni tipi di tumore

    – le conclusioni dello studio pubblicato vengono interpretate, gionalisticamente, in senso diametralmente opposti

    – le conclusioni dicono che il normale utilizzo non aumenta la probabilità di tumori
    mentre ci sono evidenze di aumento del rischio nel caso di uso sistematico ed intensivo
    ma per lo studio (pensato nel lontano 1998) un uso regolare del telefono cellualre prevede 1 telefonata alla settimana per oltre 6 mesi !!! ; quindi un utilizzo ad es. di 30′ / giorno vuol dire alto uso, quindi con significato aumento del rischio ! Notare che lamedia riportata dai soggetti che hanno partecipato allo studio è di uso pari a 2 ore/mese !

    – nello studio NON sono stati considerati i teenagers , ma solo persone con età superiore a 30 anni
    nello studio non si sono considerati altre fonti di CEM, come ad es. i cordless; quindi un alto utilizzatore ad es. in ufficio di cordless , ma basso utilizzatore del cellulare , è stato classificato come basso utente
    – la determinazione della propria frequenza nello uso del cellualre nei precedenti 10 anni è soggettiva e dubbia
    – il periodo di latenza di queste forme tumorali è in media di 20-25 anni contro i massimi 12 anni di uso del cellulare, considerato nello studio

    quindi lo studio dice che se, in particolare, giovani e giovanissimi usano quall’ora al giorno il cellualre , e questo lo fa e lo farà presumibilmente per tanti e tanti anni, … (ed aggiungo , magari, in un ambiente con wireless , o Wimax, etc etc. ) la probabilità di beccarsi un bel tumore è ben alto !!!

    Meditare