FreeBuds 3: le nuove cuffie wireless Huawei, scopri tutte le novità

Huawei che ormai da anni produce auricolari wireless, oggi agli IFA 2019 di Berlino ha annunciato i suoi Freebuds 3 che sembrano essere una buona proposta specialmente se il tuo è uno smartphone Android.

Le nuove cuffie sono state introdotte in seguito alla presentazione del loro nuovo chip Kirin A1 che avrà un’avanzata tecnologia Bluetooth che risparmierà molta batteria, una qualità audio molto potente e un’unità per la corrente a parte.

Di seguito ti lascio il video che in breve spiega queste caratteristiche, che è stato allegato in un Tweet stamattina, sulla pagina ufficiale Huawei Mobile

Le caratteristiche delle Freebuds 3

Per il design di questo nuovo prodotto, Huawei invece di optare per il classico modello a gemma “in-ear” che troviamo nella maggior parte delle cuffie wireless, ha deciso di mantenere il design delle cuffie con gambo, proprio come quello di AirPods, che descrive come “Dolphin Bionic Design” che avranno in dotazione una custodia circolare, nelle colorazioni nero e bianco, che ricaricherà le tue cuffie fino a 20 ore.

Questo il video postato in un tweet che illustra meglio il design di queste nuove cuffie.

La caratteristica più interessante, secondo me, è l’introduzione del noise cancelling, ovvero la cancellazione attiva del rumore (ANC) che è una cosa molto unica in questi modelli di cuffie. Infatti, Huawei afferma con molto orgoglio che si tratta del primo modello in tutto il mondo.

Questo sistemo ANC non solo sarà in grado di ridurre i rumori ambientali di 15dB per ciascun canale uditivo, ma potrà anche captare le vibrazioni della tua voce, attraverso un sensore osseo, che riconoscerà quando stai parlando e ti aiuterà a chiarire e ad amplificare il suono durante le chiamate vocali.

Per quanto riguarda la modalità di ricarica le nuove Freebuds 3 supporteranno la ricarica Bluetooth, che a quanto pare sarà molto più potente di quelle che ad oggi vediamo negli AirPods di Apple.

Le opinioni sulla qualità del suono sembrano abbastanza buone, ma a ovviamente serviranno sicuramente dei miglioramenti. Pare sia molto simile a quella degli AirPods, ma l’integrazione dell’ANC sicuramente gli dà quella marcia in più.

Non ci sono invece informazioni sul possibile prezzo di lancio, si era ipotizzato sarebbero stati più convenienti delle gemme di casa Apple che partono da $199, ma dovremo aspettare ancora un po’ per poterne parlare meglio.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi debba migliorare qualcosa? Fammelo sapere in un commento 😉