I migliori videogiochi di “Fantapolitica”

Un genere molto singolare di videogiochi è quello sicuramente ambientato in contesti storici futuri, alternativi o paralleli, nel quale si manifestano degli scenari bellici e politici fittizi, come per esempio future guerre mondiali, conflitti atomici, o radicali trasformazioni economiche e politiche. In genere si tratta di titoli strategici, in cui il giocatore deve controllare delle truppe legate a un determinato schieramento. In altri casi, sono state prodotte delle interessanti avventure grafiche o sparatutto in prima persona all’interno di questo medesimo filone.

Migliori videogiochi #1 : Red Alert

Red Alert è sicuramente il gioco di fantapolitica più popolare in assoluto. Vide la sua prima apparizione nel lontano 1996 ed ebbe due seguiti di acclamato successo: Red Alert 2 (2000) e Red Alert 3 (2008). In questa serie si ipotizza che, in seguito a un particolare esperimento scientifico, Hitler sia scomparso e non sia mai nato il Nazismo. A causa di questo mutamento, si scatena una II Guerra Mondiale alternativa tra l’Unione Sovietica e la NATO. Questa trasformazione storica e temporale produce altri ipotetici conflitti internazionali, dove si affrontano mezzi bellici avveniristici e futuristici.

Migliori videogiochi #2: Wolfenstein The New Order

Questo gioco presenta una linea temporale alternativa, nella quale i Nazisti hanno vinto il II Conflitto Mondiale e terrorizzano il mondo negli anni 60, grazie a dei robot giganteschi e altre armi strampalate e letali. Rilasciato nel 2014 per Windows, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One, è una vera goduria per gli occhi, grazie all’engine grafico della Id Software chiamato Id Tech 5. In questa dimensione storica alternativa, i Nazisti hanno addirittura terminato con successo una missione lunare nel 1951 e hanno invaso Mosca, Londra e New York.

Migliori videogiochi #3: Il post apocalittico Fallout 3

Un ultimo gioco da menzionare è Fallout 3, il quale è ambientato in un ipotetico 2277. In questo contesto storico, il mondo è stato completamente devastato da un durissimo e sanguinario conflitto atomico. Dopo questo tragico evento, la società umana ha sperimentato una netta regressione tecnologica e sociale. E’ una sorta di misto tra uno sparatutto e un RPG, dove il protagonista deve districarsi all’interno di un’area contaminata di Washington D.C. Il titolo è stato decisamente acclamato dalla critica e ha ricevuto ottime recensioni da parte di molte riviste rinomate nel settore dell’high tech e dell’informatica.