Stories di Instagram ora anche su Facebook

Le stories sono dei micro-video o foto visualizzabili per pochi secondi da tutti i propri contatti introdotte, originariamente, da Mark Zuckerberg su Instagram. Con l’aggiunta di questa funzione anche su Facebook, l’imprenditore americano è arrivato an inserire questa modalità persino su WhastApp.

Che l’idea delle storie sia stata fruttuosa è dato dal fatto che l’uso di quest’ultime abbia consentito di scavalcare Snapchat il cui sistema era costruito attorno a questi brevi video.

Nell’uso comune, tuttavia, le Instagram Stories sono molto più utilizzate di quelle di Facebook e rendono questa modalità inutile sul social network blu. Altrettanto accade su Whastapp dove gli utenti non si dimostrano propensi a pubblicare contenuti multimediali in favore dell’applicazione di messaggistica.

Cross-stories di Facebook e Instagram

Storie di Facebook

Per ovviare a questa situazione si sta sperimentando un metodo di cross-post che coinvolga i due socia-media: sarà possibile, in altre parole, consentire la pubblicazione delle stories da Instagram a Facebook per un maggiore sfruttamento dell’opzione “storie” su quest’ultimo. L’opzione sarà unilaterale e non consentirà quindi la pubblicazione delle stories con l’opzione inversa.

Critiche e dubbi sulla scelta

Con una affluenza media di centinaia di milioni di utenti mensili su Instagram, questa strategia tenta di rimediare al mancato traffico generato dalle storie sul social network da due miliardi di utenti. Alcune critiche tuttavia sottolineano una certa ripetitività nei sistemi di comunicazione di Mark Zuckerberg che introduce continuamente “novità” in un ambiente ormai saturo di idee troppe volte rielaborate. Un episodio simile si verificò con l’introduzione della modalità “giornata” su Messenger (anch’esso di proprietà di Zuckerberg) che rimane ancora oggi fortemente inutilizzata.

Col tempo non si esclude che si possa arrivare ad una implementazione che consenta il cross-post da entrambe le direzioni. Rimane ancora un forte dubbio sull’utilità di questo aggiornamento vista la scarsa accoglienza riservata finora alle storie su Facebook.