Come spiare Facebook

La privacy è sempre stata una cosa fondamentale nella vita di tutti. Non troverai mai nessuno che ti dirà “no, a me non interessa la privacy” perché chiunque, anche con un semplice pin allo smartphone, lascia trapelare quanto importante sia questo tema così delicato. Purtroppo però, con la continua evoluzione della tecnologia, il rischio di perdere privacy è sempre maggiore. Per esempio, è possibile spiare Facebook e questo i cracker, ovvero gli “hacker cattivi”, lo sanno benissimo.

Con questo articolo non voglio mettere in pericolo la tua privacy nei social network e, in particolar modo, in Facebook, ma voglio spiegarti quali sono i metodi per spiare il social network in modo da poterti difendere come si deve da possibili intrusioni al tuo account. Dunque, questa guida ha puramente scopo informativo e non vuole spingere nessuno a commettere atti punibili penalmente – perché, sì, la violazione della privacy è un reato, a volte anche molto grave.

Chiarito ciò, possiamo procedere a scoprire quali sono i possibili modi per spiare Facebook.

Recuperare la password di accesso a Facebook dal browser

Recupero password per spiare Facebook

Come ben saprai, per poter effettuare l’accesso a Facebook, è necessario conoscere l’e-mail – o il numero di telefono – e la password. Per quanto riguarda il primo dato, averlo a disposizione è molto semplice, soprattutto per quel che riguarda il numero di telefono. Se infatti un tuo amico decide di voler spiare il tuo account Facebook, il campo dell’e-mail verrà quasi sempre riempito con il tuo numero di telefono.

Per la password la situazione si complica un po’; uno dei motivi per cui è consigliabile scegliere una password complessa – composta da lettere maiuscole e minuscole, numeri e caratteri speciali – è quello di evitare che i tuoi amici curiosi provino a trovare la password per tentativi. Non ci vorrà molto a riuscire a trovare la password del tuo account se questa è del tipo 01/01/1988 oppure 1234, mentre sarà impossibile capire la sequenza dei tasti se la password impostata è CiAo1988?!. Inserire quindi una password complessa è il primo passo per avere una buona protezione del tuo account.

Se però la persona che vuole spiare il tuo account ha accesso al tuo computer, c’è un modo per trovare la tua password, ovvero recuperare la password tramite browser:

  • Mozilla Firefox: se utilizzi questo browser dovrai recarti nelle Opzioni del browser – a cui puoi accedere premendo il tasto delle 3 lineette corrispondente al Menu – e poi cliccare la sezione Privacy e sicurezza. La sottosezione Moduli e password sarà la prima a comparire sul tuo schermo e, rimanendo in questa sottosezione, clicca su Accessi salvati…. Si aprirà una finestra che ti mostrerà tutte le password che hai permesso al browser di salvare, ma non saranno immediatamente visibili. Per renderle visibili, dovrai cliccare il tasto Mostra password e poi confermare cliccando ;
  • Google Chrome: anche dal browser di Google è possibile risalire alle password salvate. Per accedere all’elenco ti basterà cliccare sui 3 puntini che apriranno il Menu e cliccare Impostazioni. Recati poi nella sezione delle Impostazioni avanzate e clicca la voce Gestisci Password. Qui ti basterà cliccare sull’icona a forma di occhio che trovi accanto alla voce Facebook.com per vedere la password. Attenione però, perché Google Chrome ti offre una maggiore sicurezza e ti permette di vedere le password solamente nel caso in cui tu disponga della password del tuo account Google collegato al browser;
  • Safari: per quanto riguarda il browser utilizzato perlopiù dai possessori di un Mac, dovrai recarti nel menu e cliccare la voce Preferenze. Seleziona poi la scheda Password e inserisci la password di accesso al Mac – quella che usi solitamente quando accendi il PC – per poter gestire le tue password.

Come puoi notare, i browser cercano di limitare l’intrusione di malintenzionati per il furto delle password, ma il consiglio è quello di non salvare mai le password dei siti che visiti.

Utilizzo di applicazioni spia

telecamere che puntano un iphone

In alternativa, puoi utilizzare delle applicazioni che permettono di controllare ogni minimo movimento che fai sul tuo account senza la necessità di ricorrere alla password. Attenzione, non sto parlando delle applicazioni per il parental control – quelle sono dedicate al monitoraggio da remoto delle attività che i minori eseguono sul dispositivo e raramente permettono di leggere le conversazioni di Facebook -, ma di applicazioni molto più potenti.

Una delle applicazioni spia è iKeyMonitor, applicazione disponibile sia per dispositivi iOS che per Android che permette di controllare di nascosto tutte le attività che l’utente svolge, inclusi i testi digitati sulla tastiera. Fortunatamente, l’applicazione è gratuita solo per i primi 3 giorni, dopodiché bisognerà pagare circa 22$ al mese.

Esistono però anche dei software per PC, i keylogger, che permettono di monitorare tutto ciò che viene eseguito con il PC su cui il software viene installato, tra cui password e sequenze di tasti premuti sulla tastiera.

Come difendersi dalle applicazioni spia

Seguendo piccole accortezze, è possibile difendersi da queste applicazioni dannose per la tua privacy:

  • Inserisci un pin o un codice di sblocco per il tuo dispositivo: in quanto le applicazioni spia, per funzionare, devono essere installate sul dispositivo della vittima, se adotti questa opzione di sicurezza e qualcuno entra in possesso del tuo dispositivo, non potrà effettuare modifiche al tuo sistema e non potrà quindi installare un’applicazione spia;
  • Controlla che non siano installate app spia sul tuo dispositivo: se hai il dubbio che qualcuno possa già aver installato un’app spia sul tuo dispositivo, ti basta controllare le app installate e i permessi che hai dato alle applicazioni. Se un’app spia è installata troverai un nome non familiare tra le app installate oppure vedrai un’applicazione a cui non hai dato i permessi. Procedi dunque alla disinstallazione dell’app;
  • Blocca le app provenienti da origini sconosciute: sui dispositivi Android è possibile permettere ad applicazioni non provenienti da Google Play Store di essere installate. Per impedire ciò, recati nelle impostazioni di sicurezza e disattiva l’opzione Origini sconosciute;
  • Installa un antimalware: una delle cose da fare quando si acquista uno smartphone è installare un anti malware che ti permetta di avere un dispositivo sempre protetto, non solo da questo tipo di applicazioni, ma anche da virus;
  • Installa un buon antivirus su PC: anche sul tuo PC le opzioni di sicurezza devono essere elevate e, per far sì che sia così, installa un buon antivirus che ti protegga da qualsiasi minaccia.

 

Se questo articolo è stato di tuo interesse, puoi leggere anche l’articolo su come sapere se un amico sta chattando su Facebook.